17.11.11

5 things I learned about blogging


Sono ormai 3 anni che tra alti e bassi scrivo questo blog. Non mi ritengo un’esperta, ma se ci sono delle cose che non mi mancano sono la passione, la voglia di sperimentare e un pochino di esperienza. Ho pensato quindi che avrei potuto condividere quelli che secondo me sono gli ingredienti fondamentali per costruire un blog che ci somigli, che piaccia e che ci piaccia.

I’ve been blogging for the last three years and even though I wouldn’t call myself an expert there are no doubts that I’m passionate about the topic and I love to experiment. For sure I’ve gained a bit of experience which taught me couple of things that I'd like to share with you.


1. Create il blog che vorreste leggere
Per quanto possa sembrare scontato, questo primo punto è essenziale. Il blog che scrivete dovrebbe essere il blog che vorreste leggere. Deve rispecchiare voi, i vostri gusti, le vostre passioni. Quindi via libera a tutto ciò che vi piace, che vi interessa, che stimola la vostra curiosità e fantasia. Non ha senso scrivere di quello che non ci piace poiché un blog non è un compito da eseguire forzatamente, così come non ha senso scrivere di ciò di cui stanno scrivendo altre persone se non è qualcosa che ci interessa.

1. Create the blog you’d like to read
That’s an essential point. Your blog has to reflects yourself, what you love, what moves you and your passions. It makes no sense writing about something you don’t like or you’re not interested about, as a blog is not a chore that you’re forced to attend.

2. Seguite l’istinto
Questo punto mi sta molto a cuore. Ci saranno sempre critiche e apprezzamenti a cui inevitabilmente daremo ascolto: dopo tutto scriviamo non solo per noi stessi, ma anche e soprattutto per chi ci segue e legge. Il punto è non farci influenzare troppo, restare sempre fedeli a chi siamo e alle nostre idee. Magari qualcuno vi fa sapere che non ha apprezzato un vostro post su un determinato argomento perché non era interessato, ma a voi premeva parlare di quella cosa. L’atteggiamento giusto è prenderne atto, ringraziare chi ci ha letto e dato la propria opinione e poi andare avanti seguendo quello che il nostro istinto ci dice di fare.
Stesso discorso a proposito dei cosiddetti argomenti “caldi”. Magari tutti i blogger della vostra nicchia stanno trattando lo stesso argomento, ma voi non siete interessati. Il segreto è non lasciarsi influenzare troppo, non c’è alcun bisogno di fare quello che fanno gli altri se non sentite sia giusto farlo, postate invece quello che vi va, essere diversi può fare paura, ma è anche eccitante e alla lunga ripaga anche in termini di lettori e interesse stimolato (e se questo non dovesse succedere, sorridete e tornate al punto 1).
Ultimo consiglio: è normale crescere, evolvere, scoprire nuovi interessi. Qualora questo fosse il vostro caso, non abbiate paura di cambiare rotta. Perderete alcuni vecchi lettori per strada, ma ne guadagnerete di nuovi. Il punto è che non ha senso restare attaccati ai soliti 4 argomenti solo perché è quello che avete sempre fatto. Se quei 4 argomenti vi stanno ancora a cuore, bene. Altrimenti andate avanti con coraggio e tuffatevi nel nuovo: a patto di restare autentici e originali, ci sarà sempre chi si tufferà con voi.

2. Follow your instinct
That is perhaps the most important thing to me. You’ll always be appreciated, you’ll always be criticized. The best thing to do in any case is trying to keep following our instinct and always stay true to ourselves. Maybe someone let you know how much he/she disliked your last post while you were really keen about it. What you should do is just thank the person for reading and go on and keep writing about what you want. 
Or maybe in your niche everybody’s is writing about the same hot subject but you’re not interested in it. The best thing to do is not posting about it if you feel you shouldn’t and posting something else instead. I know, being different can be scary, but it’s also exciting and probably your followers would love your alternative (if they don’t, just smile and go back to point 1).
My last suggestion is about changing. Growing, changing and having new interests is totally ok. Sometimes you’ll realize that the things you’ve been writing about for ages don’t move and excite you anymore. If that’s the case, just go ahead without fearing the change. Yes, you’ll probably lose some “old” followers, but you’ll find new ones. My point is, if your interests are changed, it makes no sense keep stuck to them only to make someone else happy. Go on with courage: as long as you keep true and original people will follow you.


3. Divertitevi
Già, perché il vostro blog è il vostro angolo dei giochi e dei tesori, il posto in cui sperimentare, inventare, dare libero sfogo alla fantasia, collezionare quello che vi piace. Giocate più che potete e divertitevi!

3. Have fun
Yes! Cause your blog is your sacred place where to experiment, invent, get creative, daydreaming, collecting what you like. The secret is playing as much as you can and have fun!


4. Far si che il vostro blog sia un angolo confortevole in cui rifugiarsi e passare del tempo di qualità va benissimo, trasformarlo in una scatola in cui rinchiudersi no
Sacrificare la vostra vita reale per il blog non ha alcun senso, così come non ne ha farsi il sangue amaro paragonando i vostri lettori/contenuti/foto ecc a quelli di altri blog più seguiti/interessanti/linkati. Il blog deve restare un piccolo spazio ludico. Curarlo si, lasciarsi ossessionare assolutamente no!


4. Make your blog a comfortable place where enjoy some quality time is ok, make it a box in which hide yourself to avoid the world is not
It make no sense at all sacrifice your own real life for your blog. And so does feeling bad while comparing your followers/contents/pictures etc to other blogs. Let your blog be a little playful space. Working on it is cool, being obsessed is definitely not!


5. Fate quello che amate e lasciate che entusiasmo e passione fluiscano attraverso quello che fate
C’è bisogno di aggiungere altro?!

5. Do what you love and let love and passion pouring and shining through what you do
As simple as that!

link

Sarebbe estremamente interessante avere le vostre opinioni in merito, se avete qualcosa da dire, obiettare o aggiungere, lasciate un commento. Grazie per aver letto fin qui. 

I’d love to hear what your opinions about blogging are. Thanks for reading. 

7 comments:

  1. Sono d'accordo con te. Il mio blog è la mia finestra sul web che mi piace tenere aperta. Ma è sempre la mia, di finestra, per cui è lo specchio di quello che sono e che amo. Vedo con tristezza che molti blog si sono spenti, uccisi dalla velocità di Fb, ma non è la stessa cosa. Un blog è un blog. E' come paragonare un ristorante raffinato ad un fast food.

    ReplyDelete
  2. :) nulla da obbiettare... sono d'accordo su tutto quello che tu hai scritto e pure su quello che ha scritto Paoletta.
    In quel blog ci sono io, ci sono le mie passioni ed i miei sogni... non potrei mai pubblicare un qualcosa che non mi piace, o che non m'interessa, solo perchè tutti gli altri lo fanno.. su questo cerco sempre di non farmi influenzare perchè immediatamente diventerebbe un blog "anonimo". Si, mi trovi al 100% d'accordo tesoro :).
    :***+

    ReplyDelete
  3. ciao
    sono d'accordo con i tuoi punti anche se quello che preferisco è il n°3!
    sarà che nonostante i quasi inesistenti follower e i pochi e sparuti amici che mi seguono da fb, ormai ho l'impressione di farlo solo per me stessa, ma io e il mio bloggino continuiamo a tener duro...e mi diverto a metterci foto, lavori, canzoni e tutto quello che mi fa piacere condividere, anche se so che non vincerò mai un premio, nè un titolo, nè tantomeno sarò invitata ad alcuna trasmissione per la mia opera...
    così continuo, e non nego che mi piacerebbe se fossi più letta, ma chi non lo fa non sa cosa si perde!!! =(≧°◡°≦)=
    http://mamamagia.blogspot.com/

    ReplyDelete
  4. mi è piaciuto tanto il punto 4.. insieme a "fate ciò che amate"!
    ottima "guida", semplice e efficace.
    un abbraccio e grazie del consiglio di settimana scorsa!
    V.

    ReplyDelete
  5. Io ho seguito proprio queste "regole" :)
    o meglio..quando ho letto il tuo post ho detto "ecco, io ho cercato proprio di far così" :)
    Tra l'altro mi ricordo che quando leggevo il tuo blog i primi tempi io non possedevo ancora il mio..e da qui ho tratto ispirazione per mettere nel mio tutto ciò che più amo. :)

    ReplyDelete
  6. Ciao Maria,
    Quello che scrivi è sacrosanto ;) essere sinceri, soprattutto con se stessi e quindi poi anche con i propri lettori fa la differenza. Se bloggare non diverte piú, se si scrive per scrivere, se diventa un "obbligo", beh, forse è il momento di fermarsi, prendere una pausa, schiarirsi le idee, magari - come scrivi tu - cambiare rotta.
    Grazie per il tuo post ;-

    ReplyDelete
  7. non posso che approvare TUTTO quello che scrivi.ultimamente uno scazzo generale si è impossessato di me,quindi tendo a commentare davvero il minimo,ma resto tra le affezionatissime del tuo blog,perchè lo sento sempre vero,sentito,e adoro la tua grafica e le immagini che proponi.
    da te è arrivata la neve?qui pare che a breve...

    ReplyDelete

Thank you so much for stopping by.
I love to read your words! :)

Grazie mille per esservi fermati qui.
Adoro leggere i vostri commenti! :)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails