15.3.09

Continuiamo a parlare di handmade

Alcuni giorni fa sui blog di Ilaria e Saori - meravigliose artiste dalla creatività sfrenata - sono apparsi due post che meritano tutta la nostra attenzione. Dal loro confronto è nato quello che potremmo definire un Manifesto dell'Handmade. Piccolo, ma importante.

Per loro "un oggetto artigianale è una creazione realizzata a mano in cui sono racchiusi passione, originalità, unicità".


"L'artigiano è la persona che dedica il suo tempo alla creazione di un oggetto: questo comporta un'idea iniziale, uno studio e una ricerca, che vanno dai materiali al come realizzare l'oggetto, alla realizzazione e la finitura dello stesso.
L'artigiano cerca di reperire prodotti di buona qualità e si aggiorna sulle novità, scegliendo poi accuratamente gli accostamenti di materiali e colore migliori.A volte i prezzi possone sembrare alti, ma bisogna considerare il lavoro di ricerca, il costo del materiale e tutto il lavoro manuale".


Inoltre affermano che acquistare handmade sia una scelta etica, perchè "acquistando un prodotto da un artigiano di fiducia si ha la certezza di entrare in possesso di un oggetto realizzato senza lo sfruttamento di mano d'opera sottopagata e senza lo sfruttamento di lavoro minorile.
La produzione dell'oggetto artigianale ha un impatto minimo o pari a zero sull'ambiente a differenza della produzione industriale che crea effetti disastrosi".

I commenti sono stati numerosi e diversi. Alcuni hanno dichiarato di non conoscere neppure il termine handmade. Altri hanno idee molto chiare.
Ma non è ancora abbastanza.
Io credo che l'importante sia continuare a parlarne. Andate a visitare i blog di queste artiste che si sono poste - e ci hanno posto - il problema e dite la vostra.

In un paese come l'Italia, in cui la realtà dell'handmade è ancora poco apprezzata - sebbene sempre più persone vi si dedichino con passione raggiungendo risultati eccezionali - è importante continuare a confrontarsi, a capire. Tutti insieme.

10 comments:

  1. Grazie... speriamo che il confronto si estenda!
    Un bacione!

    ReplyDelete
  2. Se posso permettermi un ulteriore commento, acquistare un oggetto artigianale, evita anche l'effetto "Ikea". Io adoro Ikea, ma quante volte ho rivisto le cose acquistate in un film o in altre case?! Acquistare un oggetto artigianale vuol dire che quella cosa ce l'hai solo tu e/o pochi altri nel mondo. Vuoi mettere?

    ReplyDelete
  3. Ilaria: lo spero anch'io, sarebbe davvero interessante.

    Paola: ma certo che puoi permetterti, anzi, l'obiettivo è proprio raccogliere opinioni! :)

    ReplyDelete
  4. WoW! Grazie per aver esteso l'argomento su Indie Handmade Show!!
    Attendiamo il vostro parere :)

    ReplyDelete
  5. Sottoscrivo ogni riga, ogni sillaba, ogni parola.
    C' è un'invasione di cineserie a prezzi stracciati al quale è difficile stare dietro come costi.
    Ma unicità ed originalità, è giusto che costino un pochino di più...perché valgono TANTO di più!
    Non omologhiamoci...distinguiamoci :-)
    Ciao, elena

    ReplyDelete
  6. sono pienamente d'accordo.mi son sentita dare della tirchia giusto qualche giorno fa,perchè ho pensato di riciclare stoffine,e bottoni,vecchi.volevo spendere poco,e soprattutto,cercavo in una ditta quei pezzi di vecchi campionari che nessuno vuole più.un pò,per non dare troppo disturbo,un pò perchè non facendo cose in serie,speravo di mettere insieme un pò di pezzi diversi,per poi decidere a sentimento come assemblarli.pensare di ridare vita a qualche "tesoro"rimasto in fondo ad un cassetto,mi dà gioia,e riempie d'orgoglio il mio eco-ego.
    preferire riciclare è una scelta etica importante.e sicuramentre più creativa!

    ReplyDelete
  7. verissimo..mi fa piacere leggere quanto scritto sopra..è vero nel nostro piccolo mondo si racchiude un idea, una passione e la realizzazione attenta di un oggetto unico ed originale....
    è bello vedere che siamo in tante a pensarla così.... ..
    kissilvia

    ReplyDelete
  8. e come sempre il mio parere è un pò estremista...!!
    una scelta eticamente corretta, a mio parere è realizzarsi gli oggetti da sè e goderseli per quello che valgono..un oggetto handmade comprato su etsy è molto più inquinante di altri se si pensa che dovrà attraversare la terra per arrivare a noi!! e ancora..l'artigianato è nato in Italia e la moda che arriva dagli USA è ovviamente legittima, loro sono invasi da prodotti solo industriali da anni ormai..
    E poi è il provincialismo italiano che limita l'apertura verso i prodotti handmade, che sono sempre esistiti sul mercato (le botteghe artigiane esistono ancora in giro)ma che la gente ha sostituito con le firme. Io credo che sia necessario un atteggiamento diverso dei consumatori italiani ma anche e soprattutto...una nuova filosofia progettuale delle handmakers affinchè producano prodotti innovativi che batterebbero senza dubbio quelli industriali e firmati (un sogno vero?)..
    ne riparliamo in privato se te ne andrà!
    baci
    roberta

    ReplyDelete
  9. Saori: grazie a voi per aver dato vita a questa discussione!

    Elena, Amrita e Silvia: grazie per la partecipazione, ragazze. Un bacione! :)

    Roberta: estremista, sì.. Ma ben venga!

    ReplyDelete
  10. Condivido quello che è stato detto circa i prodotti artigianali, sono quasi tre anni che realizzo dei gioielli con tanta passione. riguardo la mia esperienza vi posso dire che ho participato a diversi mercatini e purtroppo le persone magari ti fanno i complimenti, però preferiscono comprare un anello dozzianale a 5 euro piuttosto che un prodotto artigianale sicuramente più originale. L'Italia è un paese con una tradizione artigianale lunga secoli eppure oggi è molto difficile fare capire alle persone perchè un prodotto handmade costa di più, ormai la paccottiglia cinese trionfa.

    ReplyDelete

Thank you so much for stopping by.
I love to read your words! :)

Grazie mille per esservi fermati qui.
Adoro leggere i vostri commenti! :)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails